Ricerca in Euro-Climhist

Alla ricerca

 

Ricerca per temi

La ricerca può essere fatta selezionando l'argomento dall’albero dei temi, suddiviso in sei categorie principali:

  1. Dati descrittivi: descrivono i fenomeni meteorologici (estensione della nuvolosità, precipitazioni, temperatura dell’aria percepita, direzione e forza del vento) e i loro effetti sulle piante (di cultura), edifici e altri artefatti nonché gli effetti sugli uomini e sul bestiame (compresi epidemie e epizoozie). Descrivono inoltre i pericoli geologici e geomorfologici e i fenomeni atmosferici e extraterrestri.
  2. Serie di misurazioni strumentali e dati meteorologici seriali: le serie di misurazioni strumentali sono indicazioni rilevate con strumenti di misurazione dell’epoca della temperatura, delle precipitazioni, della pressione atmosferica, della forza del vento oppure dei livelli d’acqua i cui valori devono essere convertiti (se possibile) in unità di misura odierne. Per dati meteorologici seriali s’intendono la frequenza mensile di fenomeni meteorologici conteggiati in base ai diari meteorologici come per esempio il numero dei giorni con precipitazioni oppure con nevicate. I valori delle misurazioni di MeteoSvizzera (dal 1864) per motivi giuridici non possono (ancora) essere pubblicati. I ricercatori possono però ottenerli tramite IDAweb.

  3. Proxidati biofisici: per proxidati s’intendono indicatori di temperatura o di precipitazione nell’ambiente naturale o seminaturale: “bio” sono processi biologici relativi al clima, soprattutto lo sviluppo delle piante (di cultura). “Fisico” sono processi fisici relativi al clima come inondazioni, copertura nevosa nonché il congelamento dei corsi d’acqua. I dati biofisici sono in prima linea osservazioni fenologiche. [La fenologia si occupa principalmente del momento in cui avvengono certi fenomeni vegetali caratteristici nel corso dell’anno come lo spiegamento delle foglie, la fioritura e la maturazione dei semi nonché delle diverse tappe lavorative nell’agricoltura come la semina e il raccolto]. Le indicazioni spesso appaiono sotto la forma “Day of Year” (numero dei giorni dell’anno in questione). Perciò il numero “244” corrisponde al 244° giorno dell’anno in questione (il 1° di settembre in anni non bisestili).
  4. Indici della temperatura e delle precipitazioni: sono classificazioni mensili o stagionali su una scala da -3 (estremamente freddo) a +3 (estremamente caldo) oppure -3 (estremamente secco) a +3 (estremamente umido). Queste indicazioni sulla situazione delle temperature e delle precipitazioni si riferiscono sempre a stagioni intere.

  5. Dati economici (di rilievo climatico): Si tratta di dati relativi alla produzione agraria e ittica, se tali dati hanno una certa relazione con la situazione meteorologica, e comportano anche dati sui prezzi dei foraggi e dei prodotti alimentari. Tuttavia non è possibile interpretarli come indicatori climatici perché sono co-responsabili anche altri numerosi fattori.
  6. Dati sociopolitici: per dati sociopolitici s’intendono le conseguenze fisiche e sociali dei processi economici sulle economie domestiche e sulle società per quanto siano anche influenzate dal tempo e dal clima. Sono comprese anche le processioni supplicatorie per il tempo e le messe supplicatorie [processioni supplicatorie per il tempo sono rogazioni sotto la guida del clero per influenzare l’andamento del tempo attuale oppure futuro e il manifestarsi di epidemie, epizoozie e parassiti. Nella chiesa protestante sono le messe supplicatorie che assumono questa funzione in caso di eventi estremi]. Ne fanno parte anche le persecuzioni di minoranze come ebrei e streghe in seguito a tempi di crisi.

Si possono scegliere anche più temi e sottotemi. Le sottocategorie sono pur sempre contenute nelle categorie principali. Se non selezionate nessuna categoria saranno esposti tutti i dati disponibili per il periodo e la zona geografica scelti.

Combinazione di categorie: E/O

“E” presenta osservazioni che comprendono tutte le categorie selezionate per il luogo scelto (per esempio temperatura e precipitazioni).

“O” comprende tutte le osservazioni contenenti almeno una delle categorie selezionate (per esempio o temperatura o precipitazioni).

È possibile la ricerca di serie lunghe tramite una funzione speciale.

 

Ricerca per intervalli di tempo e periodi

Potete fare la vostra ricerca per un intervallo fra due date sia per tutto il corso dell’anno sia solo per un certo periodo dell’anno (mese, stagione). Le stagioni meteorologiche sono l’inverno (dicembre dell’anno precedente fino a febbraio), la primavera (marzo a maggio), l’estate (giugno ad agosto), l’autunno (settembre a novembre).

Esempi:

a) „Danni provocati da una tempesta“ dal „01.01.1540“, al „31.12.1560“, Periodi: tutti – vengono visualizzati tutti i danni causati da tempeste tra il 1540 e il 1560.

b) „Danni provocati da una tempesta“ dal „01.01.1540“, al “31.12.1560”, Periodi: Inverno – vengono visualizzati solo danni causati da tempeste durante l’inverno meteorologico tra il 1540 e il 1560.

Attenzione: Se cercate “tutti gli eventi” nell’intervallo di tempo selezionato (esempio 1) bisogna selezionare sempre dapprima “Periodi: tutti”. Se non selezionate un certo intervallo di tempo sarà esposta la totalità degli eventi.

Dal 1684 al 1863 le osservazioni quotidiane rappresentano la gran parte dell’insieme dei dati. Possono nascondere la visione sulle categorie selezionate. Perciò si raccomanda di escludere le osservazioni quotidiane dalla ricerca, se non ricercate esplicitamente.

 

Ricerca per luoghi

La ricerca geografica nei limiti del territorio svizzero è suddivisa secondo l’ordine amministrativo attuale, cioè secondo i cantoni con i loro comuni. I comuni sono sempre sottocategorie dei cantoni in questione. L’estensione di certi comuni ha subito delle modifiche in seguito alla fusione di comuni. I nomi di molti comuni storici sono quindi ritrovabili solo come frazioni dei comuni attuali.

Per ottenere una visione generale su una determinata zona potete scegliere un punto di riferimento e i suoi dintorni. Per esempio, alla scelta di Zurigo e i suoi dintorni nel giro di 25 km, tutti i temi selezionati in questo perimetro vengono visualizzati.

L’ortografia dei toponomi corrisponde sempre alla lingua selezionata. Selezionando il francese, per esempio, si deve scegliere “Genève” per Ginevra, per il tedesco “Genf” e per l’inglese “Geneva”.

Tra l’altro è anche possibile ricercare regioni, valli, fiumi, laghi, ghiacciai, vette, passi e foreste. Le regioni non sono delimitate in modo preciso; la loro estensione subisce delle modifiche nel corso del tempo. Perciò nessun comune è stato attribuito alle regioni. Per la stessa ragione non si possono ricercare valli, fiumi, laghi, ghiacciai, vette, passi e foreste tramite i cantoni.